treno di carta

About

Treno di Carta

Cos’è Treno di carta?

Nato ufficialmente il 20 agosto 2019, Treno di carta è ciò che mi piace definire un piccolo progetto a cui aggrapparmi con impegno e forza di volontà.

Il blog è nato con l’intenzione di condividere, parlare, conoscere e spero anche intrattenere.

Gli argomenti chiave sono due: scrittura e crescita personale. Parleremo di libri, editoria, psicologica, benessere personale e curiosità legate a tali ambienti. Tra svariate rubriche, alcune estremamente ironiche alcune ancor di più, tratteremo le sventure che gli aspiranti scrittori di oggi si ritrovano a vivere.

Come affrontare il fallimento? Come organizzare al meglio la propria giornata? Come pianificare la propria settimana?

Quesiti a cui cercherò di rispondere nella sezione motivazione.

Non finisce qui! Nella sezione più ampia let’s talk about sarà possibile leggere recensioni, riflessioni personali, articoli su attualità e molto altro.

Treno di carta è un blog personale, ma che vuole aprirsi a un pubblico. D’altra parte quale treno non ha al suo interno degli stravaganti passeggeri? Scegli uno scompartimento e mettiti comodo, oppure no, rimani in piedi e viaggia attraverso le diverse classi presenti a bordo.

Un selfie accuratamente rinvenuto nel mio computer

Chi è Miriam?

Ora arriviamo alla parte più importante: me stessa. Naturalmente scherzo.

Miriam Raeli ha vent’anni, forse qualcosina in più. Risiede in un piccolo paesino a poco più di un’ora da Milano. Ha aperto una prima versione del treno di carta su wordpress.com nel 2018 (ti lascio qui il link, nel caso di interessasse dare un’occhiata), per poi decidere di investire un minimo dei propri guadagni e portare il progetto a un livello più professionale, nonostante non consideri affatto il blog una professione, anzi.

Le piace scrivere, leggere, trascorrere gran parte del proprio tempo in mezzo alla natura e agli animali soprattutto. 

Si è laureata in Comunicazione e società presso l’Università degli studi di Milano. Al momento studia ancora, collabora con una rivista online e si cimenta in un’impresa a dir poco complessa, che non dirà per scaramanzia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: