ioscrittore

Ho partecipato al concorso IoScrittore

Ho partecipato al CONCORSO IO SCRITTORE

 

ioscrittoreIoScrittore

Ebbene sì, per la prima volta in tutta la mia vita ho partecipato a un torneo letterario. Più che per vincere, ho aderito al concorso con l’intenzione di ricevere giudizi imparziali – obiettivo fallito, come spiegherò più avanti – in merito alla mia prima opera, che mai ho osato far leggere a qualcuno.

La mia partecipazione è stata in parte guidata dal caso: ho terminato di scrivere la mia storia ad aprile e nel medesimo periodo ho saputo dell’esistenza di IoScrittore. Avevo un’opera finita, il concorso era gratuito e mi pareva una buona occasione da non perdere, perciò mi sono detta: Perché non partecipare?

Che cos’è?

IoScrittore è un torneo letterario promosso dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS), che sul relativo sito specifica con un certo orgoglio quanto questo non sia tanto un concorso, quanto una vera e propria operazione di scouting.
Se devo essere onesta, pur avendo partecipato, ho sempre avuto la lieve sensazione che IoS sia più che altro un modo per tenere occupati gli esordienti ed evitare l’invio di manoscritti direttamente alle case editrici del Gruppo. Rimane comunque una grande occasione… se vinci.

Il torneo 

Se siete già a conoscenza del suo funzionamento, vi consiglio di passare direttamente al paragrafo successivo.
Dunque, la peculiarità di IoScrittore è che durante ogni fase di valutazione, i giudizi vengono dati daigli stessi partecipanti. Mi spiego meglio:

1. Nel momento in cui vi iscriverete, dovrete caricare nella vostra area personale l’incipit della vostra opera. Scaduto il termine di iscrizione, il sistema invierà il vostro incipit ad altri partecipanti, in genere dieci, che esprimeranno un giudizio relativo alla trama, la grammatica, l’originalità etc. Voi farete lo stesso, valutando altri dieci incipit appartenenti ad altri partecipanti. Vi segnalo, nel caso possa tornarvi utile, che i voti non compaiono, quindi per essere il più trasparenti possibili vi conviene scriverli nella scheda di valutazione.
Terminata questa fase, inizia quella successiva, alla quale accedono i 300 incipit con le votazioni più alte.

2. I 300 che sono stati promossi dovranno ora caricare l’intera opera, che di nuovo verrà valutata con le medesime modalità elencate al punto uno.
Inoltre, anche coloro che non sono passati possono partecipare, in quanto lettori. Questo perché il torneo prevede una ricompensa anche per i dieci migliori lettori (che vengono scelti su basi a me ignote).

3. Vengono finalmente selezionati i vincitori ufficiali: 11 autori (di cui solo uno vedrà la pubblicazione cartacea con una delle case del Gruppo editoriale) e 10 (o 11?) lettori, che riceveranno in premio un e-reader.

 

 

 

 

La mia esperienza e le mie opinioni

Ammetto di nutrire molti dubbi sul Torneo, credo che sia una sorta di massacro per certi punti di vista, dove ritrovare:
• Persone oneste coi giudizi.
• Persone disoneste che spesso neanche leggono l’incipit assegnato ma si limitano ad assegnare voti mediocri per favorire se stessi.
• Troll che fanno più o meno lo stesso lavoro della categoria precedente.
• Passatemi il termine: stronzi che credono di essere la reincarnazione di Manzoni. Fortunatamente a me è capitato un solo soggetto di questo tipo, che è stato abbastanza clemente se comparato a giudizi molto pesanti dati a terze persone, giudizi che solo in anonimo puoi avere il coraggio di dare.

In linea generale parteciperei di nuovo al Torneo, senza però prenderlo troppo seriamente, come alla fine ho fatto anche quest’anno. Vale a dire, consideratela un’occasione, ma non l’unica occasione della vostra vita. È un gioco, in cui se vinci hai tutto il diritto di sentirtene fiero ma in cui anche se dovessi perdere non è la fine del mondo.
Un ultimo consiglio vorrei darlo in merito ai giudizi che riceverete: non date loro un peso esagerato. È normale scoraggiarsi davanti a uno o più commenti negativi, ma ricordate sempre che i gusti letterari sono soggettivi. Vi troverete un giudizio positivo e uno negativo, uno che vi accusa di essere monotoni nella narrazione e un altro che esalta l’originalità della vostra opera.
Io mi sono ritrovata con 9 giudizi positivi e 1 che ha tentato di stroncarmi.
Prendeteli tutti con le pinze, anche quelli super positivi.

Per il resto, spero di esservi stata utile con la mia esperienza, se avete partecipato anche voi al concorso vi invito a raccontarmi qui sotto la vostra esperienza!

Link utili
Io scrittore

2
Lascia un commento

Please Login to comment
avatar
1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
marygianni Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
gianni
Ospite

In generale …e quel che ho sempre pensato dei concorsi… 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: